Durante una recente conferenza stampa Aaron Sorkin ha risposto ad una serie di domande sulla lavorazione del biopic di Sony sul co-fondatore di Apple Steve Jobs.



Lo scrittore premio Oscar scelto per sceneggiare il biopic su Jobs ha affermato il film non seguirà pedissequamente la biografia e che, mentre già sa cosa non inserirà nella sceneggiatura, sa così poco di ciò che vuole inserire.

Questo riporta Reuters:

Ecco cosa ha detto Sorkin ai giornalisti durante una conferenza stampa per la nuova serie HBO “The Newsroom”

“So così poco di quello che sto per scrivere. Invece so quello che non ho intenzione di scrivere.
Non può essere una biografia precisa perchè è molto difficile scuotere la struttura “dalla culla alla tomba” di una biografia”

Sorkin ha osservato che il film “The Social Network” ha descritto la storia di Facebook attraverso la lente della controversia legale che ha visto opporsi il CEO Mark Zuckerberg con i suoi amici di Harvard sulla creazione del social media.

“Il dramma è la tensione verso un ostacolo. Qualcuno vuole qualcosa e quel qualcosa si trova nel modo in cui vogliono ottenerlo. Vogliono i soldi, vogliono la ragazza, vogliono arrivare a Philadelphia.. non importa. E ho bisogno di trovare quell’evento, e lo farò. Ma non so proprio cosa sia.”

Sorkin ha aggiunto che la Sony ha ingaggiato Steve Wozniak nelle vesti di “tutor”  e consulente per la realizzazione del progetto, sia per quanto riguarda gli aspetti tecnici del computer sia per la sua costante collaborazione e amicizia con Jobs. D’altronde chi è meglio avere sul set se non “Woz”? Anche se Wozniak ha smesso di lavorare per l’azienda nel 1987, ha ammesso di essere rimasto in contatto con Jobs sino alla sua morte.

Il fardello sulle spalle di Sorkin è pesante e gli occhi della comunità degli appassionati e non sono tutti su di lui. Visto l’ottimo lavoro fatto con “The Social Network” di sicuro le aspettative sono molto elevate.


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+:

    
loading…