Una incredibile storia vede come protagonisti un ragazzo, una madre e Google Earth: il ragazzo è riuscito a ritrovare la madre dopo 25 anni grazie al servizio offerto del colosso di Mountain View



Una notizia che sta suscitando parecchia curiosità e commozione sul Web, data la particolarità della vicenda. Saroo Brierley nel 1986 aveva solo cinque anni quando lavorava, insieme al fratello, come addetto alle pulizie per i convogli ferroviari in India. Il bambino si addormentò sulla panchina di una stazione proprio durante una notte di lavoro e, al risveglio, non riuscì più a trovare il fratello. Disperato, salì sul primo treno convinto di arrivare a casa, ma si ritrovò 14 ore dopo nell’enorme città di Calcutta.

Iniziò allora a mendicare e venne accolto in un orfanotrofio, poi adottato da una famiglia australiana, i Brierly. Una volta adulto, però, non ha perso il desiderio di scoprire qualcosa in più sulle sue origini, ma non ricordava il nome della città da cui proveniva, avendo in mente solamente delle immagini. Così, utilizzando Google Earth, è riuscito a ritrovare la sua famiglia…

Saroo ha utilizzato Google Earth per calcolare le distanze da Calcutta e a esplorare quelle città che avrebbe potuto raggiungere con 14 ore di treno, ovvero circa 1.200 Km. Grazie a una cascata dove giocava da bambino è riuscito a riconoscere quel luogo in cui era nato e aveva vissuto nei primi cinque anni della sua vita: Khandwa. È dunque riuscito a ritrovare, ben 25 anni dopo, la madre naturale e la sua vecchia casa ormai abbandonata.

Una storia a lieto fine possibile solo grazie alla potente tecnologia di Google Earth…


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+:

    
loading…