Il Google Play Store è nel mirino di Spyware, Malware, Virus, Trojan e chi più ne ha più ne metta… numerose sono le vittime e coloro che ogni giorno inviano segnalazioni a Google per avvisare il team della presenza di apps malevoli all’interno del suo store.



Il controllo sulle Apps di Google pare non funzionare bene come quello di Apple su App Store e la cosa si fa preoccupante… Symantec, nota azienda che si occupa della sicurezza sui computer e sul web, ha individuato e segnalato a Google (che ha subito provveduto a rimuovere) ben 29 applicazioni malevoli. Le apps per Android incriminate erano in grado di raccogliere informazioni personali come email, indirizzi, numeri di telefono e quanto altro ancora e caricarle su dei server remoti.

Tali applicazioni avevano una porzione di codice in comune il che significa che l’autore potrebbe essere sempre lo stesso, attualmente la polizia in Giappone é alla ricerca di un sospettato. A Febbraio hanno fatto il loro esordio le prime apps pericolose, esse permettevano di riprodurre video di giochi e mentre l’utente, ignaro, era alle prese con i giochini o i video in questione, l’app raccoglieva le info personali e le inviava al server, davvero astuto…

Numerosi dispositivi in tutto il mondo sono stati infettati nonostante se le apps siano di origine nipponica infatti si trovavano, prima della loro eliminazione, sul Google Play Store Giapponese. Considerando che vi sono applicazione come Market Unlocker che permette di accedere allo store Giapponese, i malware si sono diffusi anche nel resto del mondo. L’ultima trovata é stato un clone di Angry Birds Space che si insinuava nel e autorizzava l’installazione automatica di applicazioni di ogni genere oltre che a consumare il credito della SIM

Se siete fan del robottino verde, ondeNews vi invita ad avvisare Google se notate un app sospetta o riscontrate problemi con il vostro dispositivo dopo l’installazione, ed ovviamente non dimenticatevi di installare e tenere sempre attivo ed aggiornato un buon antivirus per Android. Un’altra accortezza é quella di aprire Google, prima di scaricare un’apps e scrivere il nome dell’applicazione seguito dalla dicitura “app infetta per Android“, così facendo, se la vostra app è nella lista nera, apparirà nelle prime voci del motore di ricerca, già segnalata da qualche portale o blog di riferimento…


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+:

    
loading…