Aaron Sorkin, intervistato al D10 da Walt Mossberg e Kara Swisher, ha risposto ad una serie di domande riguardo la sceneggiatura del biopic  di Steve Jobs basato sulla biografia di Walter Isaacson.



Il guru degli sceneggiatori, premio Oscar per “The Social Network” , ha confessato ai giornalisti del D10 che il lavoro di stesura è ancora nelle sue fasi iniziali e ha paragonato scrivere di Jobs come “scrivere sui Beatles” visto che “lì fuori ci sono un sacco di persone che lo conoscono e lo venerano“.

Nell’intento di smorzare le aspettative e mostrarsi propenso a non deludere i fan di un personaggio come Jobs, Sorkin ha sottolineato le difficoltà di catturare i momenti chiave della ricca e appagante carriera del co-fondatore di Apple:

Steve Jobs è un personaggio abbastanza grande e conduceva una vita altrettanto grande da poterne fare più film.

Lo sceneggiatore sembra anche aver individuato il motivo del fascino che Jobs ha sempre avuto, e tuttora ha, sulle persone:

Credo che ciò che ha catturato l’attenzione del pubblico su Steve Jobs sia che lui ha fatto delle cose. Penso che al giorno d’oggi come americani vediamo il nostro futuro nei servizi, e che il momento di costruire automobili, ferrovie e grandi imprese sia finito. Steve Jobs ha detto “No, non lo sono. Dobbiamo ancora fare le cose che la gente vuole”. Anche noi ad Hollywood facciamo questo.

Sorkin ha confessato che l’adattamento cinematografico della biografia di Isaacson non risulta lavoro facile:

Walter Isaacson ha scritto una biografia eccezionale, ma nel fare film su questo genere di cose è difficile  scuotere la struttura “dalla culla alla tomba” (…) io probabilmente cercherò il punto di attrito che si rivolge a me per  poi avvicinarmici.

Sorkin descrive Jobs come un “tipo complicato” e rivela di volerne fare un “eroe” cercando i punti di contatto tra lui e il personaggio; per questo motivo non c’è ancora un nome per l’attore che potrebbe interpretarlo, ma di sicuro, secondo lo sceneggiatore, dovrà essere qualcuno di intelligente, perchè l’intelligenza è qualcosa che non si può falsificare.

Spero di essere in grado di fare giustizia con Steve Jobs“, ha aggiunto Sorkin, ed è quello che sinceramente ci aspettiamo tutti.


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+:

    
loading…