Non sempre è possibile ricorrere all’estetista per mantenere unghie sane e curate, tuttavia anche una manicure fatta in casa può farci raggiungere eccellenti risultati.



FASE 1 – PREPARAZIONE DELL’UNGHIA

Rimosso ogni residuo di smalto dall’unghia, i polpastrelli vanno a mollo per qualche minuto in una ciotola con acqua tiepida: questo farà ammorbidire unghie e cuticole rendendo più delicata la fase successiva.

Asciugate le mani si può procedere con la fase di limatura per donare alle unghie la forma più gradita: i trend di stagione le vogliono lunghe e arrotondate.

A meno di non avere unghie eccessivamente lunghe è consigliata la lima al posto di forbici o tronchese e tra queste le lime in vetro o cartone risultano più delicate e preferibili rispetto ad una in metallo.

Dopo aver rimosso i residui post limatura nell’acqua tiepida, è il momento di applicare su unghie e cuticole un olio idratante massaggiando delicatamente sino ad assorbimento.

Esistono in commercio oli specifici, ma un’alternativa economica, versatile e facilmente reperibile in erboristeria o nei reparti cosmetici è l’olio di mandorle.

Per quanto riguarda le cuticole, è sconsigliato tagliarle perché si rischia di lacerare una parte importante che protegge l’unghia dalle infezioni, meglio mantenerle idratate e morbide e spingerle delicatamente all’indietro con un bastoncino in legno.

 

FASE 2 – APPLICAZIONE DELLO SMALTO

Il primo prodotto utile da applicare è una Base Coat: lo scopo è creare uno scudo per evitare che le unghie possano macchiarsi o ingiallirsi a causa dello smalto.

Esistono in commercio basi per ogni esigenza: rinforzanti, sbiancanti, livellanti, per aumentare la durata dello smalto ecc.. scegliete quella che più vi si addice!

Inoltre una passata di base può essere un’elegante alternativa quando si sceglie di non applicare lo smalto.

Successivamente si procede alla stesura dello smalto correggendo eventuali imperfezioni con un cotton fioc imbevuto di acetone o con penne correggi smalto che si trovano in commercio.

Una passata abbondante richiede una lunga asciugatura aumentando il rischio di rovinare e scheggiare il colore. Meglio iniziare con uno strato sottile e, per rendere il colore più coprente, ripetere la procedura dopo che lo strato precedente sia asciutto.

L’ultimo step è l’applicazione del Top Coat. E’ un prodotto utile per preservare il colore e la sua durata. Anche in questo caso esistono infiniti tipi di top: lucidante, asciugatura rapida, anti rottura ecc.

Le tendenze attuali, inoltre, suggeriscono Top Coat per creare effetti grafici sulle unghie: crack, matte, holografico…

Prendete del tempo per voi stesse, rilassatevi e scoprite quanto è semplice e piacevole (ed economico) curare da autodidatta le proprie unghie.

Buona Manicure a tutte!


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+:

    
loading…