Indossare capi con le righe? Sì, ma quali? Ulteriori informazioni su come sceglierli ed indossarli.

Che siano  orizzontali, verticali, oblique, sottili o larghe, il rigato puo’ essere difficile da associare a un look. Ecco alcuni suggerimenti per gestirle al meglio.



Linee verticali o linee orizzontali?

Le righe orizzontali e verticali danno effetti ottici differenti in base alla silhoutte.

– Le strisce verticali possono slanciare la linea per dare un effetto snellente, ideali per sembrare più alte e più magre.
Che siano su una gonna, su pantalone o su un vestito, trovano facilmente posto nel vostro guardaroba.

– Le righe orizzontali hanno l’effetto opposto: tendono a comprimere la figura ed allargare la linea.
Meglio evitare se si è un po’ robuste, se avete un po ‘di pancia o il seno di grandi dimensioni. Optate invece per le strisce verticali per evitare l’effetto ingrossamento.
Le più magre, al contrario, possono non privarsene.

– Tra le strisce orizzontali e verticali, esistono le linee oblique. E’ la geometria ad essere protagonista in questo caso attraverso linee che si tingono di diversi colori e sfumature.

A striscia sottile o larga?

Ancora una volta la scelta dipenderà dalla vostra linea. Le donne con una corporatura più formosa o basse e minute devono evitare di indossare strisce larghe orizzontali, che tendono ad allargare e comprimere la figura, meglio beneficiare di righe più sottili.
Per le ragazze alte e magre, invece, si adattano meglio.

In termini di stile, la riga fine è molto chic, mentre la banda larga è più casual.

Le righe colorate

Le classiche senza tempo sono bianche, nere, rosse e blu.
Se, per più fantasia, preferite scegliere righe a più colori, attente a non commettere l’errore di non armonizzare le tinte: coppie di arancio-verde o giallo-rosso, per esempio, non sono una bella scelta!

Le righe colorate –  verticali, orizzontali o oblique – hanno contribuito a creare l’unicità del marchio Missoni con sempre nuove espressioni di giochi di colore.

Con cosa indossare le righe? Alcuni consigli…

Innanzitutto, evitate un total look rigato, ormai superato nelle tendenze di moda contemporanea. Se si sceglie di indossare un top a righe bianche e rosse è preferibile abbinarlo ad un capo in tinta unita rosso o bianco, o addirittura ad un jeans. Non scegliete altri colori!

Se per esempio si indossano strisce blu, non è bene abbinare un accessorio o una borsa verde ma piuttosto una borsa che rispetterà la loro armonia, per esempio bianca o blu, ma in tinta unita. Al contrario, se scegliete di indossare una borsa a righe, preferirete un vestito di un unico colore.

Se indossate una camicia-tunica rigata abbinerete una cintura dello stesso colore dello sfondo del vestito.

Le camicie a righe sono di moda  in questo periodo. Non vi dimenticate di indossarla anche con un jeans!

Stile navy

Come parlare di righe senza invocare lo stile navy?
La t-shirt è un classico che non è mai datato e resiste ai dettami della moda! Scegliete l’imperativo scollo a barchetta e maniche lunghe in cotone, con strisce blu su sfondo bianco (o viceversa).
Le strisce diventano obbligatoriamente orizzontali e abbastanza larghe. L’originalità di questo capo sta nell’indossarla con una spalla scoperta…può essere molto sexy!

Sulla scia rétro-chic che pervade l’intera collezione primavera-estate 2011, Furla interpreta le righe con un accento esclusivo, molto femminile, ricercato ma al tempo stesso easy-to-wear.

FURLA – Collezione Primevera/Estate 2011

 

 

 


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+:

    
loading…