Le infradito non sarebbero affatto più sicure dei tacchi alti.

Lo rivela un rapporto del servizio sanitario inglese, costretto a sborsare 40 milioni di sterline all’anno (poco meno di 48 milioni di euro) per curare oltre 200 mila persone che si presentano negli ospedali, lamentando dolori e problemi causati dall’uso prolungato delle ciabattine.



Nate originariamente per il mare, da qualche anno hanno scalato il successo diventando le scarpe indossate da 15 milioni di persone almeno una volta nel periodo estivo, mentre una donna su cinque ammette di possederne almeno minimo un paio.

Per la loro struttura, le infradito modificano la camminata, spostando la pressione del passo sull’esterno del piede, anzichè sul tallone.Cio’ puo’ provocare danni a lungo termine non solo alle dita, ma anche ai muscoli delle gambe con un dolore diffuso a stinchi e polpacci.

Da non sottovalutare è il rischio di inciampare, con distorsione della caviglia o fratture, dovute alla mancanza di stabilità sui terreni accidentati.


Se questo post ti è stato utile, lascia un commento e condividilo con i tuoi amici. Inoltre non dimenticarti di votarlo con il bottone +1 di Google che trovi qui sotto, Grazie!



Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+:

    
loading…