Mettere online il proprio sito internet appena terminato non è così difficile come sembra. La prima cosa che bisogna fare è registrare un dominio. I domini internet sono indirizzi fisici dei siti web, i cosiddetti Url (Uniform Resource Locator, ad esempio: www.luce.it). Questo dominio è diviso in due parti: “luce” è il nome del dominio e “.it” altro non è che l’estensione che spesso rappresenta il paese nel quale è registrato il sito infatti, in Spagna l’estensione è .es ed in Inghilterra .uk

dominio-sito-web



L’estensione .com sta ad indicare la dicitura di “commerciale” ed è preferito da tutti quelli che hanno un’attività di commercio, online o offline.
Le aziende sono solite registrare i domini per garantirsi l’unicità del dominio stesso in modo che l’utente possa raggiungere il sito web in modo semplice e veloce, aumentando la stima verso l’azienda cercata.

Acquistando un dominio e scegliendo un nome ed un estensione facilmente accessibili, l’azienda acquista credibilità nei confronti del mercato e  risulta affidabile agli occhi del consumatore, senza dimenticare che consente di salvaguardare il marchio aziendale. Il segreto per scegliere un efficace nome di dominio è sicuramente puntare su di un nome corto di facile memorizzazione, in quanto agevola il processo di diffusione.

Ultimo consiglio, ma non meno importante da fornire è di pensare bene al tipo di estensione da utilizzare, in quanto, è vero che la più utilizzata risulta il .com ma è anche vero che il .it spesso viene interpretato come “azienda italiana” e può sicuramente generare consensi ed attirare utenti nostrani.


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+:

    
loading…