La notizia é arrivata come un fulmine a ciel sereno, non era un parente, non era un amico e nemmeno un idolo ma forse qualcosa di più… Steve Jobs era dentro i nostri iPad, i nostri iPhone i nostri Mac era la quotidianità passata davanti agli schermi… Era il genio venuto dal nulla che ha trasformato le sue visioni in vere e proprie opere d’arte tecnologiche…

Oggi ci sentiamo tutti più piccoli e vuoti perché abbiamo perso un modello di vita, una guida, colui che ci ha insegnato a combattere per realizzare i nostri sogni, le nostre speranze… colui che disse “Siate affamati, Siate folli”… questa era la sua personalita: “folle ed affamato”, questa la forza del suo successo.

Vogliamo rispettare quest’uomo posando la tastiera e chiudendo il computer perché ogni news in questo giorno così amaro sarebbe superflua…

Scusateci se non siamo come gli altri che sfruttano questa notizia per prendere qualche visita o clic in più, noi ci fermiamo perché non potremmo fare altrimenti…

Ciao Steve alla prossima….

Siate affamati, siate folli (prima parte)

Steve Jobs – Siate affamati, siate folli (seconda parte)


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+:

    
loading…