E’ sempre interessante poter analizzare i brevetti che Apple sottopone all’ US Patent & Trademark Office, anche se raramente si tramutano in prodotti di consumo commercializzati.



L’ultimo ad emergere è il progetto di un dispositivo con un pannello posteriore rimovibile, perfetto per consentire di sostituire facilmente componenti come lenti o soluzioni ottiche.

A giudicare dal brevetto in oggetto,  gli utenti sarebbero in grado di acquistare questi pannelli posteriori, dotati di diverse lenti (zoom, macro, ecc) e diverse dimensioni flash,  come fanno con qualsiasi altro accessorio.

Non è chiaro se l’invenzione possa essere una fotocamera standalone, un iPod o iPhone next-gen o altro.

Generalmente l’involucro impedisce l’accesso diretto alla lente allo scopo di effettuare una sostituzione con un’ottica supplementare, soprattutto quando le ottiche aggiuntive devono essere perfettamente allineate con il sensore d’immagine. Sarebbe molto interessante fornire la struttura di un compact device che permetta all’utente finale di riconfigurare lo schema ottico del dispositivo, pur mantenendo i vantaggi dell’assemblaggio originale, utilizzando un sistema pre-assemblato.

Apple ha specificato diversi vantaggi ottenibili attraverso l’aggiunta di ottiche supplementari e facilmente intercambiabili, tra cui migliorate capacità di zoom,  miglior controllo dello scatto, lenti close-up rimovibili, l’aggiunta di sensori di movimento,  flash.

Un pannello rimovibile sarebbe ancorato al case e mantenuto in una particolare relazione posizionale con il case che ricopre il sottosistema di immagini digitali. Un componente ottico è supportato dal pannello rimovibile in modo tale che il componente sia perfettamente allineato con l’asse ottico, modificando il sottosistema di immagini digitali. Il dispositivo può comprendere un alimentatore e un sistema  elettronico di controllo ancorato al sottosistema di immagini digitali, questo alimentatore sarebbe racchiuso e supportato dal case.

Voci recenti hanno confermato l’interesse di Apple nel settore della fotografia e ipotizzano una rivoluzione in questo campo tanto da poterci aspettare di vedere presto questa innovazione sui nostri dispositivi. Tuttavia, realisticamente, non ci aspettiamo che sarà il primo pensiero dell’azienda californiana.

Questo brevetto stuzzica il vostro interesse?


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+:

    
loading…