Secondo la lamentela dell’esperto del DisplayMate Technologies (azienda che produce sistemi di calibrazione per i monitor), il dottor Raymond Soneira, che ha misurato la potenza  del AC adapter, pare che il Nuovo iPad continui a caricarsi per un’ora dopo aver raggiunto il 100%. Questo influenza la durata delle performance della batteria se si interrompe la ricarica quando si raggiunge il 100%



Soneira afferma a tal proposito:

l’indicatore di carica di tutti i dispositivi mobile è basato su un modello matematico dei cicli di ricarica, scarica e la cronologia dei recenti scaricamenti della batteria. Il prodotto usa queste informazioni per stimare l’autonomia. In realtà è piuttosto difficile da fare perché la maggior parte delle batterie si degrada lentamente in base agli scaricamenti e poi tende a sorprendere verso la fine con un rapido declino. Quindi c’è qualcosa di sbagliato con il modello matematico utilizzato per la ricarica del Nuovo iPadNon dovrebbe dire che è carico al 100 percento finché la ricarica non si ferma e passa da un assorbimento energetico di 10 watt a circa 1 watt. Altrimenti l’utente non avrà la massima autonomia che iPad 3 è in grado di fornire

iPad 3 è noto essere dotato di batteria del 70% più grande rispetto al suo predecessore, che necessita naturalmente di un tempo di ricarica decisamente più lungo.

Apple sostiene che il Nuovo iPad offre la stessa tenuta della batteria dei predecessori, 10 ore ma non specifica per quanto tempo il dispositivo ha bisogno in realtà di rimanere collegato alla corrente…

Inoltre, per ora, Apple non ha espresso il suo punto di vista sulle dichiarazioni di Soneira, ma se dovesse confermare quanto riscontrato, saremmo davanti al secondo errore di calcolo dopo il caso dell’antennagate.


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+:

    
loading…