Seguendo un articolo che segnalava la violazione della privacy degli utenti di Safari da parte di Google, che inserendo un codice che monitorava l’utente, per ricavare le sue abitudini di navigazione sul web, ha appunto eseguito l’infrazione. Un giornale questa mattina ha segnalato che  l’FTC statunitense (Federal Trade Commission) sta effettuando delle indagini accurate sulle tattiche di Google per bypassare le impostazioni di sicurezza di Apple su entrambe le versioni, Desktop e iOS, di Safari.



A quanto pare l’FTC, ha intenzione di far sborsare a Google $25,000. Alcune persone indicano che milioni di utenti Apple, potrebbero essere stati colpiti dalle tattiche di Google. Tuttavia, Google ribatte affermando che ha utilizzato delle funzioni del browser, attivate dall’utente, creando una comunicazione tra Safari ed i server di Google, la cosa però ha anche portato a far installare automaticamente anche dei cookie che riguardavano i Google Ads. Ricordiamo che Big G era già stato sanzionato da l’FCC per il caso di Street View, e che il caso di Safari, potrebbe portargli a sborsare ancora di più.

Secondo voi l’FTC sta sbagliando, o ha ragione?


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+:

    
loading…