Il presidente del gruppo BasicNetMarco Boglione, unitamente all’assessorato alla Cultura della Regione Piemonte ha dato vita alla prima mostra italiana dedicata Steve Jobs al Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino.



Marco Boglione ha dichiarato in merito:

 “Si tratta di un approfondimento culturale sul fare impresa in modo contemporaneo. E di un omaggio a un uomo al quale dobbiamo essere riconoscenti, perché ha rivoluzionato il nostro modo di vivere e di pensare. Steve Jobs ha dimostrato che si puo’ cambiare il mondo senza che il mondo cambi te. Quella della tecnologia dell’informazione è da sempre la mia grande passione e grazie all’attività di Jobs, e di quelli come lui, nel 1984, sul mio primo Apple II, ho immaginato la BasicNet, l’azienda che avrei cominciato a costruire solo 10 anni piu’ tardi’

La mostra é visitabile fino al 26 febbraio 2012, l’itinerario ripercorre la storia umana e imprenditoriale di Steve Jobs attraverso 10 aree tematiche: dalla fondazione della Apple nel 1976 nel garage di casa, al licenziamento di Jobs dalla sua stessa azienda, dalla creazione della Pixar, al testamento tecnologico dell’imprenditore americano, passando dalla creazione di computer ormai entrati nella storia della tecnologia come il Lisa, il Macintosh e l’iMac fino ai più recenti iPod, iPhone, iPad.

L’imprenditore torinese possiede una delle più complete collezioni al mondo di personal computer con oltre 300 pezzi, pezzo forte della mostra, il rarissimo l’Apple-1 che Boglione si è aggiudicato da Christie’s per 157 mila euro nel novembre 2010.

| Informazioni

Biglietteria MRSN: tel. 011 4326354

Numero verde InfoMuseo: 800 329 329

Orario Mostra: dalle 10 alle 19 (chiuso il martedì)

Ingresso: 5 euro

Zona: Centro

Per ulteriori novità rimani sintonizzato sui nostri canali google+twitterfacebook


Se questo articolo ti é stato utile, premi il pulsante mi piace della nostra pagina Facebook, grazie!


Lascia un commento e condividilo con i tuoi amici su Facebook o Twitter ed inoltre non dimenticarti di votarlo con il bottone +1 di Google che trovi qui sotto, Grazie!



Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+:

    
loading…