Come poteva mancare a pochi giorni dall’esordio del Nuovo iPad 3 l’analisi a microscopio del suo chip e soprattutto la planimetria del pacchetto A5X. (personalmente credo che il pacchetto A5X non sia altro che una evoluzione del A5 di iPhone 4s).



L’analisi al microscopio ci fa comprendere a fondo la nuova e affascinante struttura del Nuovo iPad, come possiamo ben vedere gran parte della matrice del A5X è dedicata ai quattro GPU core (che potrebbero essere paragonati al chip Nvidia Tegra 3 per quanto riguarda la velocità). Apple non ha ancora specificato che tipo di GPU/CPU è stata utilizzata, ma è chiaro che sia superiore all’iPad 2.

Per quanto riguarda le dimensioni del A5X package, possiamo dire che misura 165 millimetri quadrati (cioé è il triplo delle dimensioni del pacchetto A4 che vantava circa 53,3 millimetri quadrati) a differenza di Nvidia tegra 3 che è di 82 millimetri quadrati. Con l’aumento della dimensione del package i progettisti hanno potuto migliorare le prestazioni.

La necessità di elaborare quattro volte più velocamente i pixel sul display ad alta risoluzione Retina ha portato Apple a dover integrare una batteria molto più grande all’interno del nuovo iPad con il 70 per cento di capacità in più rispetto iPad 2. Con tutta questa potenza, siamo curiosi di vedere i nuovi test sulle performance della batteria del Nuovo iPad 3.


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+:

    
loading…