Il febbrile incedere della tecnologia non trascura più alcun settore. Se si volge uno sguardo ad App Store alla ricerca di qualche novità si nota che recentemente sono apparse una serie di intriganti applicazioni dedicate alla marijuana. Considerando la presenza di app a tema di ogni tipo, comprese quelle che illustrano ricette che prevedono l’impiego di cannabis in cucina, come Secrets Cookbook Cannabis, e leggendo i racconti dei programmatori che dichiarano un incremento delle loro abilità tecniche derivante dall’impiego di sostanze psicotrope – leggi articolo -, si capisce come il panorama si stia aprendo a nuovi scenari. Sia che abbiate già avuto modo di visitare qualche seed shop come Zamnesia, sito per la vendita online di semi di cannabis ed accessori connessi al tema, sia che siate completi neofiti, è interessante scoprire le novità sulle app più verdi.

cannabis-cucina-terapeutico



E’ il caso ad esempio di Americans for safe Access, applicazione che riunisce le informazioni riguardanti medici ed attivisti che sostengono l’impiego della cannabis a scopi medicinali e che lottano contro il proibizionismo che colpisce tale sostanza; l’app fornisce inoltre supporto informativo su questioni legali connesse all’utilizzo della marijuana e raccoglie opinioni e azioni di attivisti, utenti e dottori.

Un’altra applicazione interessante è Marijuana Strain and Dispensary Reviews, con la quale si può scegliere tra più di 16.000 recensioni individuali di oltre 500 ceppi di marijuana. L’utente può filtrare varietà di cannabis a seconda dei loro effetti e trovare quelle preferite nelle vicinanze attraverso la mappa che individua cliniche e farmacie presenti nella zona dove ci si trova. Inoltre, l’app presenta le recensioni che altri pazienti di marijuana medica hanno postato.

Cannabis è invece il nome fortemente evocativo di un’applicazione per iPhone che consente di rintracciare il rivenditore di marijuana a scopo terapeutico più vicino alla propria ubicazione (indicando anche i percorsi mediante Google Maps), negli stati USA in cui l’impiego in farmacopea è consentito come protocollo di cura. L’applicativo è inoltre fonte di informazioni relative alla legalizzazione della pianta nella regione individuata dal sistema di localizzazione geografica come collocazione dell’utente. Scaricare l’app ha un costo contenuto, e le opinioni degli utenti dimostrano apprezzamento per la rapida funzionalità e l’affidabilità.

Infine, Join Together rappresenta un grande motore di ricerca sulla marijuana, collettando tutte le risorse disponibili sul web con riferimento al mondo della cannabis, con schede chiare ed aggiornate su oltre diecimila varietà di piante e semi di canapa, immagini e descrizioni scientifiche, ed una serie di informazioni in merito al potere terapeutico della pianta ed ai suoi impieghi.


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+:

    
loading…