Whitson Gordon, da sempre utente dei dispositivi Android, fa retrofront e pubblica un articolo sulle impressionanti capacità di personalizzazione dell’iPhone.

iphone-android



Gordon, così come altri hacker, sostengono che il device di casa Apple è “il miglior dispositivo personalizzabile”. Niente a che vedere con Andorid, che a causa delle sue molteplici versioni rende impossibile eseguire un jailbreak in modo veloce ed istantaneo come lo è per gli apparecchi Apple, per i quali basta semplicemente collegarli al computer, lanciare il programma e cliccare su “avvio”.

Si legge nell’articolo di Whitson Gordon che per realizzare un tweak il rooting è l’aspetto più importante, e poiché i dispositivi che montano Android hanno rooting diversi per ogni modello di smartphone, perchè si possano sbloccare tutti è necessario un largo impiego di tempo. Addirittura, continua Gordon, la guida sul rooting di Android è stata aggiornata appositamente solo per i primi 10 telefoni sbloccati, ed è inoltre stata necessaria la pubblicazione di un glossario con le conoscenze base per il processo di unlock.

Tutto un altro mondo quello di iOS, basta infatti lavorare su un solo tweak perchè lo stesso sia compatibile con tutti gli atri device e firmware Apple. A detta di Gordon gli iPhone & Co. infatti sono totalmente personalizzabili sotto ogni aspetto, basta semplicemente lanciare Cydia e scaricare l’applicazione che più si preferisce.


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+:

    
loading…