Internet è sempre più al centro della nostra vita, della nostra quotidianità, del modo di concludere pagamenti, di comunicare, di scambiare informazioni e di organizzare le attività di natura economica e sociale. Internet è il luogo “virtuale” dove avviene uno scambio di dati, di informazioni e dove si crea conoscenza; non a caso, rappresenta un’inestimabile risorsa per l’educazione, la ricerca e per la produzione di informazione. Anche per il mondo della finanza, delle banche e delle assicurazioni, Internet rappresenta un motore, una piattaforma di comunicazione e di offerta di servizi e prodotti (conti correnti, conti deposito, polizze assicurative, gestione degli investimenti, etc.) sempre più prediletto dagli utenti.



Rivoluzione digitale: Internet sempre più “pervasivo” ed al centro della nostra vita

Negli ultimi anni, la tecnologia ha occupato sempre più spazi nella nostra vita: si è arrivati ad una vera rivoluzione telematica ed alla creazione di un mondo virtuale, “parallelo” e complementare a quello reale. Apparentemente sembrerebbe una “moda” navigare su Internet, ma rappresenta una vera e propria “rivoluzione” a 360 gradi: ogni giorno milioni e milioni di utenti accedono dai propri pc, device, smartphone, tablet, etc. per consultare la posta elettronica, ricercare continuamente informazioni sulla Rete, concludere transazioni commerciali ed entrare a far parte di “comunità virtuali”. Inoltre, grazie alla Rete è possibile leggere quotidiani, scaricare libri elettronici, ascoltare la musica, seguire corsi di formazione, prenotare un viaggio, inviare un fax, acquistare beni e servizi on-line e, perfino, consultare gli estratti conto o monitorare il portafoglio degli investimenti in criptovalute, ETF, polizze assicurative, Hedge Funds, etc. etc. Grazie alla diffusione dei dispositivi mobili, Internet sta rapidamente diventando il mezzo principale di comunicazione, consente di abbattere le barriere geografiche e di aprire nuovi canali tra istituzioni pubbliche e cittadini, promuovendo la creatività, la condivisione e la partecipazione alla vita cittadina. Anche la stessa Pubblica Amministrazione, a partire dagli anni ’90 ad oggi, è stata “investita” dalla rivoluzione digitale e telematica: ciò ha determinato un netto cambiamento del modo di comunicare con i cittadini e le imprese. Dalla PEC alla raccomandata virtuale, fino al protocollo online: ecco i nuovi strumenti ICT nell’epoca della Digital Transformation.

Internet e i problemi di cybersecurity

Alla luce della rivoluzione digitale in atto le società, le imprese e i governi usano ormai Internet per svolgere quasi tutte le funzioni e le attività “core”, oltre a quelle meramente esecutive. L’uso sempre più pervasivo di piattaforme in rete e dispositivi portatili espone ogni giorno gli utenti a nuovi rischi: la violazione della sicurezza delle infrastrutture stesse, l’abuso dei dati personali a scopi commerciali ed il declino molto rapido dell’uso dei media tradizionali. Inoltre, sul piano squisitamente economico il rischio legato alla sicurezza informatica è molto alto, si pensi che “tra il 2014 e il 2016 in Italia le aziende hanno registrato una perdita totale di 9 miliardi di euro a causa di falle nei sistemi informatici e non esistono attualmente settori invulnerabili. Non stiamo parlando solo di grandi industrie dell’energia, dei trasporti e di banche, ma anche di piccole e medie imprese”. I rischi della sicurezza informatica sono reali e “allarmanti” e il Datagate con lo scandalo Facebook-Cambridge Analytica ne è un esempio lampante.


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+:

    
loading…