Meno di due settimane fa Apple ha presentato un reclamo alla WIPO (Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale) per il dominio iPhone5.com.



Da quanto annunciato sul sito della WIPO, l’azienda di Cupertino ha avuto la meglio e il dominio è passato dai precedenti proprietari direttamente nelle mani di Apple, precisamente della  Corporation Service Company, un’azienda per la protezione del marchio.

Ecco le parole di The Next Web:

Il dominio è stato registrato nel 2008 e gestito come una bacheca online. I suoi proprietari hanno dichiarato che “non era approvato, sponsorizzato ed affiliato in alcun modo con Apple” ed era stato aperto “a solo scopo d’intrattenimento e conoscenza”

Tutti i marchi registrati devono seguire la ICANN Uniform Domain Name Dispute Resolution Policy la quale stabilisce che ogni controversia relativa a domini basati su marchi di fabbrica deve essere risolta attraverso comune accordo, azioni legali o arbitrato prima che il nome di dominio venga  cancellato, sospeso o trasferito.

Anche Apple, come tutte le grandi aziende, mantiene il controllo sui nomi di dominio abusivi attraverso agenzie come la Corporation Service Company; in questo modo l’azienda si assicura il possesso di determinati domini per evitare che i possessori di website si avvantaggino in maniera fraudolenta della popolarità del marchio e dei prodotti Apple.

Alcuni esempi di domini posseduti da Apple: iPhone4.com , appleproductsonline.com, appleipods.com e ipods.com.

La mossa di Apple non conferma le voci che il prossimo iPhone possa effettivamente riportare la nomenclatura di iPhone5: fino a conferme ufficiali in tal senso, un’ azione del genere deve essere ritenuta come un tentativo di mantenere i webaster affamati di traffico estranei al nome dell’azienda.


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+:

    
loading…