Nella notte, attraverso una comunicazione ufficiale, improvvisa ma per certi aspetti non inattesa, Steve Jobs ha comunicato al consiglio d’amministrazione di Apple le sue dimissioni con effetto immediato con proposta di nomina come sostituto il suo braccio destro Tim Cook (leggete il comunicato ufficiale). Il Consiglio d’amministrazione ha accolto le dimissioni e la nomina di Cook (leggere il comunicato del Consiglio d’amministrazione). Jobs continuerà a mantenere la carica di presidente.



Ecco quanto dichiara Steve Jobs nella sua lettera:

“Ho sempre detto che se fosse mai venuto il giorno in cui non avrei più potuto ricoprire il mio ruolo e soddisfare le aspettative come CEO Apple, sarei stato il primo a farvelo sapere. Sfortunatamente, quel giorno è arrivato. Per quanto riguarda il mio successore raccomando fermamente di mettere in atto il nostro piano di successione e nominare Tim Cook CEO di Apple”.

Segue la risposta di Art Levinson a nome della Board:

“Il consiglio d’amministrazione ritiene che Tim sia la persona giusta a essere il nostro nuovo CEO. I suoi 13 anni di servizio presso Apple sono stati contrassegnati da performance lusinghiere, e ha dimostrato un notevole talento e un consapevole giudizio in tutte le sue attività”

Dopo questa notizia sono attesi contraccolpi in Borsa: poche ore dopo il titolo Apple ha perso il 5% ma è atteso in calo all’apertura di Wall Street.

Nei prossimi mesi Apple sarà impegnata in nuove sfide dal sicuro successo come ad esempio il lancio di iOS 5 a cui farà compagnia un nuovo iPhone e una gamma di iPod rinnovati e c’é da scommettere che Jobs ci metterà sempre lo zampino…


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+:

    
loading…