In una nuova nota agli investitori emessa da Katy Huberty di Morgan Stanley, l’analista sostiene che l’azienda di Cupertino inizierà la produzione della prossima generazione di iPhone già a metà agosto, in anticipo rispetto alle precedenti previsioni.



In quest’ottica, quindi, il prossimo iPhone potrebbe arrivare già all’inizio di settembre. La nota agli investitori è stata rilasciata dopo una serie di incontri a Taiwan avvenuti la scorsa settimana, durante i quali potrebbero essere stati incontrati esponenti delle aziende asiatiche coinvolte nella produzione dei prodotti Apple.

Come si può leggere dal resoconto:

“Apple inizierà la produzione del prossimo iPhone tra la metà e la fine di agosto e procederà in maniera aggressiva”, probabilmente per immettere il nuovo prodotto sul mercato all’inizio del quarto trimestre solare.

Interrompendo la cadenza annuale non presentando il nuovo iPhone durante la WWDC come era avvenuto per i primi tre modelli, Apple ha costretto anche gli analisti a rivedere le proiezioni. La Huberty, infatti, ha spostato la vendita di circa due milioni di iPhone dal terzo al quarto trimestre, lasciando invariata la proiezione di 72 milioni di unità vendute in tutto l’anno. Tuttavia, nel caso in cui il nuovo iPhone dovesse essere presentato all’inizio di settembre, le previsioni potrebbero cambiare positivamente.

Huberty sottolinea che una politica di pricing più aggressiva potrebbe non essere solo un miraggio, soprattutto per quanto riguarda gli smartphone. Apple vuole raggiungere un sostanziale aumento delle vendite durante il 2012 e per farlo potrebbe realizzare un modello di iPhone meno costoso che consentirebbe di guadagnare ulteriore terreno nel mercato. Potrebbe essere l’iPhone mini di cui si parla ormai da tre anni?


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+:

    
loading…