Due persone sono rimaste uccise e 16 ferite dopo un’esplosione avvenuta in un impianto di produzione Foxconn in Cina.



L’esplosione, avvenuta nella serata di Venerdì, ha avuto luogo presso una filiale della Foxconn, grande azienda manifatturiera a Chengdu, in Cina, e potrebbe avere ripercussioni sulla produzione di iPad 2.

Foxconn è conosciuto per essere il primo contraente di Apple per la produzione di hardware.

Mike Abramsky, un analista di RBC Capital specializzato in Apple, ha rilasciato una nota Venerdì nella quale ha scritto che l’impianto di produzione è uno dei due siti chiave per la produzione di Apple iPad compreso il modello 2. L’impianto di Chengdu è stato inaugurato nel mese di ottobre per aumentare la capacità produttiva di Foxconn con un costo presunto di 2 miliardi di dollari.

Abramsky prevede che il drammatico evento potrebbe incidere sulla produzione di iPad 2. Egli ritiene che se Chengdu era il primo sito di produzione di iPad 2, lo stop dell’impianto potrebbe ridurre le unità prodotte tra l’1,8 e i 2,8 milioni di pezzi nel terzo trimestre finanziario di Apple.

Tuttavia, se il grosso della produzione iPad 2 si trova ancora a Shenzhen, o il danno all’impianto non è grave, allora il deficit sarà di circa 1 milione di unità.

La causa dell’esplosione è oggetto di indagine ma secondo alcune fonti, è dovuta ad una polvere speciale, che è usata per pulire gli schermi di iPad. E’ infiammabile, e forse qualcuno stava fumando… l’esplosione è avvenuta in un “impianto di lucidatura”.


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+:

    
loading…