Guadagnare con internet è una delle chiavi di ricerca più digitate dagli utenti. Ma è davvero possibile guadagnare su internet? E soprattutto quanto è possibile guadagnare? L’argomento è molto vasto e sono necessarie alcune premesse. Internet, la grande rete, è un mezzo attraverso il quale al giorno d’oggi è possibile condividere le proprie idee così come scambiarle o ricercare gli argomenti che più interessano. Internet è diventato una grande enciclopedia dove è possibile trovare di tutto, buono ma anche cattivo.



Se paragoniamo internet alla vita reale ci rendiamo conto che il pericolo è sempre in agguato anche qui. Non poche volte si sente parlare di truffe online con le carte di credito, di phishing o di false società che promettono ciò che poi non possono mantenere. Ma questo accade allo stesso identico modo anche nella vita di tutti i giorni! Dunque come ci guardiamo con sospetto da certe proposte, all’apparenza allettanti, nella vita reale allo stesso modo dobbiamo comportarci in rete.

Una paio di domande schiette a chi legge:
Pensi di poter affermare che, nella vita di tutti i giorni, qualcuno sia disposto a regalare qualcosa? Ti è mai successo di guadagnare soldi facilmente? Non credo! Ebbene anche su internet è la stessa cosa!

Lasciando da parte il telelavoro, che nelle intenzioni del legislatore dovrebbe essere una opportunità delle aziende di far lavorare i propri dipendenti da casa propria, esistono in rete diversi modi per guadagnare ma…in primissimo luogo la raccomandazione è: prudenza, prudenza, sempre massima prudenza! In secondo luogo le cifre che si possono guadagnare con i metodi che vi elencherò dopo sono davvero basse, così basse da non poter minimamente pensare di poterci vivere, nonostante molti siti promettano guadagni equiparabili a buoni stipendi. A maggior ragione queste cifre sono basse in funzione del tempo speso per farle fruttare… se hai già un lavoro normale il tempo a disposizione è davvero poco!

Detto ciò vediamo alcuni metodi per fare soldi con internet:

1) esistono siti che offrono Telelavoro anche part time per arrotondare il proprio reddito. Bisogna valutare la serietà di chi lo offre, le condizioni economiche offerte, se esiste un investimento iniziale da sostenere e tenere presente che spesso l’impegno da metterci per avere un guadagno accettabile è tanto. Per saperne di più leggere questo articolo che tratta approfonditamente l’argomento

2) PTR (Paid to Read) e PTC (Paid To Clic). Ossia pagato per leggere e pagato per cliccare. Esistono società in internet che ti conferiscono una piccola cifra, nell’ordine di un centesimo di euro, per cliccare su link che ti vengono inviati attraverso le email ed a seguito di iscrizione al sito. Data la cifra irrisoria ti consigliano di farti dei referals, una sorta di piccola rete di tuoi “affiliati” che cliccando per te ti facciano guadagnare.

3) Sondaggi e Ricerche. Esistono società che ti pagano per partecipare a dei sondaggi in rete o per fare delle ricerche. Nel primo caso, dopo iscrizione, ti vengono inviati dei sondaggi telematici che devi portare a termine, nel secondo caso alcuni motori di ricerca di secondo ordine ti chiedono di fare le ricerche che solitamente fai, ad esempio con google, attraverso il loro motore ed in cambio ti conferiscono una piccola quota in denaro. Spesso e volentieri i pagamenti consistono però in buoni o ricariche telefoniche!

4) Affiliazioni. Se hai un sito web puoi invece iscriverti ad un programma di affiliazione come ad esempio il conosciutissimo Google Adsense. In sostanza affiliandoti permetti alle società di affiliazione di inserire i loro annunci pubblicitari sul tuo sito e per ogni click sulla pubblicità ricevuto dagli utenti avrai pagata una determinata somma (intorno ai 0.05 centesimi). Il sistema è valido a patto che il tuo sito goda di una buona visibilità in rete. Se non hai utenti che leggono le tue pagine e che potenzialmente possono cliccare sugli annunci in esse contenuti non guadagnerai mai nulla. Esistono svariati programmi di affiliazione oltre a Google Adsense che puoi trovare in rete anche se Adsense resta il migliore.

5) Paid To Write (pagato per scrivere). Anche questo sistema è abbastanza valido. In sostanza, se non hai un sito web o non vuoi mettere gli annunci pubblicitari, puoi iscriverti ad un sito di Paid to Write. Questi siti, che godono di ampia visibilità, raccolgono e pubblicano gli articoli di molti utenti sui quali appaiono gli annunci di google adsense legati al tuo account. L’utenza che legge e che potenzialmente può cliccare sulle pubblicità ti fà guadagnare. Cliccando qui puoi leggere una guida chiara e sintetica di come funziona il paid to write direttamente da un sito di paid to write.

 

via | bloggeria


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+:

    
loading…