Scoprire la natura a piedi è divertente sia per i grandi che per i più piccoli. Ma sarebbe meglio conoscere bene alcune regole prima di avventurarsi:

  1. In montagna solo se si è in forma: la maggior parte degli incidenti di montagna avvengono per la stanchezza o lo sforzo. Percio’ mettetevi in cammino solo se vi sentite ben risposati.
  2. Programmare con cura: ogni tour richiede organizzazione, guida e piantina. Preparate con attenzione l’equipaggiamento. La mattina fate una buona colazione, ma non ingozzatevi.
  3. Cominciare con il riscaldamento: alla partenza iniziare con 30 minuti di camminata lenta per evitare di procurarsi stiramenti. In seguito il ritmo si basa su quello del più lento del gruppo.
  4. Una pausa ogni due ore: è questo il tempo massimo oltre il quale è necessario mangiare e bere qualcosa anche se non si sente fame o sete.
  5. Bere, bere, bere: farlo in ogni occasione, circa tre litri distribuiti nell’arco della giornata, altrimenti, il corpo si disidrata.
  6. Non affaticare i bambini: percorsi troppo lunghi con salite stancano i bambini. Meglio pensare a itinerari più corti.
  7. Ambientatevi: tutti devo abituarsi gradualmente all’altitudine. Riposarsi prima un giorno e poi prtire.
  8. Non sottovalutare il tempo: in caso di temporale che si avvicina, cercate luoghi protetti.
  9. Rimanere sul percorso: se vi siete sbagliati, conservate la calma e cercate un’area sicura.
  10. Per l’emergenza: biancheria di ricambio, lampada tascabile, batterie sostitutive, coltellino tascabile.

L’EQUIPAGGIAMENTO OTTIMALE

La giacca dovrebbe essere di materiale autotraspirante.

Per quanto riguarda gli scarponi fate attenzione che abbiano una buona calzata. E’ sempre bene camminarci un po’ prima di indossarli per la camminata.

Una bottiglia termica è l’ideale per trasportare liquidi.DA METTERE NELLO ZAINO

Bevande: l’acqua è la cosa migliore per calmare la sete. Prevedetene uno o due litri a persona.

Cibi: panini imbottiti, frutta e cioccolata.

Cartina dei sentieri, Bussola, Cannocchiale: per orientarsi.

Giacca antipioggia: protegge anche dal vento.

Set di pronto soccorso: un medico potrebbe essere troppo lontano.

Crema solare: non dimenticate una protezione per la testa e una crema solare. In montagna usate la crema anche d’inverno.

Abbigliamento di ricambio: chi fa trekking, puo’ facilmente sudare e quindi raffreddarsi. Percio’ è importante un capo di ricambio (t-shirt e pullover).ESCURSIONI CON PANORAMA DA SOGNO

Soprattutto in autunno le escursioni in montagna sono un piacere per corpo e mente. Ma non andate da soli. In gruppo non soltanto ci si diverte di più, ma le guide specializzate sono degli accompagnatori affidabili. Chiedete alle associazioni escursionistiche locali.

LE LUNGHE PAUSE SONO D’OBBLIGO

Ogni due ore dovreste prevedere un intervallo per colmare fame e sete. Inoltre si dovrebbe programmare del tempo “senza camminata” soprattutto per i bambini.

PROTEZIONE

Durante le ecursioni in montagna utilizzate in ogni caso delle creme solari con un alto fattore di protezione. Il giorno prima della camminata dovreste coccolare i vostri piedi concedendo loro un pediluvio e massaggiandoli poi con una crema specifica che renda la vostra pelle più elastica e diminuire cosi’ il rischio di procurarvi delle vesciche.

VARIANTI DI TREKKING

  • Escursioni a piedi nudi – Su speciali percorsi i piedi imparano a percepire le “sensazioni”.
  • Alpinismo – Chi ama le altezze, preferisce questo tipo di escursioni particolarmente ambiziosa.
  • Nordic walking – E’ un tipo di camminata originaria della Finlandia. Con i bastoncini per camminare si risparmiano le articolazioni e si allena tutto il corpo.

ALLENATE LA RESISTENZA

La maggior parte degli incidenti in montagna avvengono a causa della fatica o dello sforzo. Percio’ escursionisti ed alpinisti dovrebbero allenarsi fisicamente prima di avventurarsi, soprattutto i muscoli delle gambe, con il nordic walking, con un attrezzo ginnico domestico, con lo step o in palestra.

UN DIVERTIMENTO PER I PICCOLI

Fare trekking deve divertire anche i bambini, non soltanto i grandi. Un itinerario ben programmato e vario è l’ideale. Portate con voi bevande a sufficienza, perchè i bambini hanno un maggior bisogno di liquidi rispetto agli adulti.

Un’escursione sicura esige un’accurata preparazione. Elaborate quindi un programma dettagliato della camminata cosi’ come la preparazione dell’occorrente da portare con voi.


Se questo post ti è stato utile, lascia un commento e condividilo con i tuoi amici. Inoltre non dimenticarti di votarlo con il bottone +1 di Google che trovi qui sotto, Grazie!



Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+:

    
loading…