La fatica è un sintomo piuttosto che una specifica malattia o disturbo. Mentre è abbastanza comune sentirsi occasionalmente stanchi e meno energici del solito, le persone che soffrono di affaticamento si sentono stanche e letargiche continuamente.



La fatica riguarda sia il corpo che la mente e lunghi periodi di stanchezza possono seriamente compromettere la normale vita quotidiana e rendere anche il più semplice dei compiti molto difficile da affrontare. La fatica mentale e fisica è il primo segno che il corpo ha qualcosa che non va.

Anche se molti casi di affaticamento possono essere correlati a cambiamenti nella nutrizione o nell’ambiente in altri casi possono essere un sintomo di un problema più profondo. Ma spesso tale problema viene sottovalutato e solo poche persone consultano il medico per prendere le misure necessarie a risolverlo.

L’affaticamento può essere una condizione temporanea ma diventare cronica se non curata in tempo. Chi ha sofferto o soffre della sindrome da fatica cronica è importante che analizzi lo stile di vita e agisca di conseguenza rivolgendosi ad un medico per una valutazione.

COME SI DIAGNOSTICA LA FATICA CRONICA
E’ necessario tenere traccia di quando ci si sente stanchi perchè può dare indizi riguardo la causa che sta dietro. Per esempio, capire se ci si sveglia in forma ma si perde rapidamente energia durante il giorno o se ci si sveglia già stanchi.
Bisogna riferire al medico il proprio stile di vita, le sensazioni emotive del periodo ma sarà anche necessario fare esami del sangue per controllare l’anemia, la funzionalità tiroidea e possibili infezioni oltre che un esame delle urine.

I SINTOMI DELLA FATICA
Costante stanchezza o sonnolenza, mancanza di energia, voglia di dormire di più, mal di testa, dolori muscolari o articolari, pensieri e risposte alle azioni rallentate, indecisione e scarsa capacità di giudizio, sbalzi d’umore, irritabilità o depressione, modifiche all’appetito, problemi con la memoria a breve termine, difficoltà di attenzione e scarsa concentrazione, scarsa motivazione.

CHE COSA PROVOCA LA STANCHEZZA?
Molti possono essere i fattori che contribuiscono all’affaticamento e fra questi le diete per perdere peso, l’inquinamento ambientale e l’uso di alcool, droghe e alcuni farmaci.
Altre cause comuni di fatica sono la cattiva alimentazione, il riposo insufficiente, anemia, parassiti intestinali, malnutrizione, pressione sanguigna bassa, poco zucchero nel sangue, infezioni, malattie epatiche, allergie, stress mentale, nervosismo.

Di seguito alcuni trattamenti naturali per cercare di contrastare la stanchezza, tenendo però sempre a mente che l’intervento del medico è essenziale per una completa guarigione. I seguenti suggerimenti sono basati in particolare sul miglioramento della nutrizione, che è alla base dell’energia utilizzata dal nostro corpo.

– Prendere uno spuntino a metà mattina e metà pomeriggio per aiutarsi a mantenere la vitalità e ridurre i livelli di stress.
– Mangiare cibi naturali e di pronto utilizzo energetico. Se si mangiano cibi come i cereali, frutta, verdure crude e frutta secca il tuo corpo sarà in grado di ottenere una rapida fonte di energia.
– Consumare cibi ricchi di sali minerali e vitamine può aiutare a gestire la fatica migliorando alcune delle sue cause. Per esempio, la carenza del complesso B colpisce la conduzione nervosa e la mancanza di calcio altera la condizione di rilassamento. Provare ad integrare maggiori quantità di vitamine nella dieta per il tempo necessario per ridurre gli episodi di stanchezza.


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+:

    
loading…