L’inaugurazione del nuovo megastore della catena di elettronica, TRONY, lanciata ieri 27 Ottobre, ha mandato mezza Roma in tilt… Migliaia di persone assaltano Ponte Milvio per arraffare un iPhone, un microonde, un’aspirapolvere, una lavatrice o un notebook a prezzo stracciato… tantissimi prodotti sotto i cento euro… coinvolti 250 agenti della polizia municipale, traffico paralizzato e gente pigiata all’impossibile in una coda interminabile… volano spintoni, parolacce e si sfiora la rissa in più di un’occasione… tutto a causa dei maxisconti di TRONY.



Il Codacons ha comunicaro che depositerà, nella giornata di oggi, un esposto alla Procura della Repubblica di Roma, chiedendo di aprire una indagine nei confronti dei responsabili del caos che ha paralizzato la Capitale, alla luce dei possibili reati di concorso in blocco stradale, interruzione di pubblico servizio, attentato alla sicurezza del trasporti e maltrattamenti.

Il Presidente Carlo Rienzi afferma:

Vogliamo sapere se vi siano precise responsabilità sia a carico della catena commerciale, sia di altri soggetti istituzionali che hanno il compito di garantire l’ordine pubblico. Le scuse di Trony non sono affatto sufficienti, e i cittadini le rispediscono al mittente. La catena deve seguire l’esempio di altre società (ad esempio Autostrade per l’Italia) e risarcire spontaneamente gli utenti danneggiati. L’associazione sta studiando la fattibilità di una class action e di un ricorso collettivo al Tar del Lazio, a tutela di tutti i soggetti che hanno vissuto ieri una giornata da incubo, subendo danni sia morali che economici

Chi avesse subito danni e disagi in relazione dell’apertura del megastore, può aderire alle azioni legali del Codacons compilando l’apposito Form.

| Video: Apertura trony ponte milvio 2011


Partecipa a YOUR CONTEST | vinci un nuovissimo iPod nano da 8GB su ondeNews!!!


Se questo articolo ti é stato utile, premi il pulsante mi piace della nostra pagina Facebook, grazie!


Se questo post ti è stato utile, lascia un commento e condividilo con i tuoi amici su Facebook o Twitter. Inoltre non dimenticarti di votarlo con il bottone +1 di Google che trovi qui sotto, Grazie!



Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+:

    
loading…