La principessa del Galles, conosciuta come Lady Diana o anche Lady D, è nata a Park House, Sandringham (Norfolk), il 1 luglio 1961 ed è morta in un ospedale di Parigi “La Petie Salpetrière” la notte tra il 30 ed il 31 Agosto 1997 a seguito di un incidente stradale mentre, con il compagno Dodi al Fayed, tentava di sfuggire dai fotografi.



Lady Diana è diventata popolare in tutto il mondo per il matrimonio con Carlo d’Inghilterra, erede alla corona britannica, ma anche per il loro divorzio ed ancor più per la sua morte prematura.

Il 1 luglio 2011 Lady Diana avrebbe compiuto cinquant’anni.

Diana Spencer figlia più giovane di John Spencer, ottavo conte di Althorp e di Frances Ruth Roche, è cresciuta in una famiglia della piccola nobiltà insieme alle due sorelle, Sarah e Jane, e al fratello minore, Carlos. Ha trascorso i primi anni della sua vita nella residenza di famiglia di Sandringham dove ha studiato con la guida dei precettori. Nel 1968, dopo il divorzio del conte Spencer, Diana entrò alla scuola King´s Lynn.

Nel 1970 si trasferì al collegio femminile Riddlesworth Hall e nel 1973 entrò al West Heath girls’school, un altro collegio nella contea del Kent. Tra il 1977 e il 1978 proseguì gli studi in Svizzera, ed infine, si stabilì a Londra dove iniziò a lavorare per diverse aziende fino al novembre 1977 quando incontrò per la prima volta il Principe Carlo, che due anni più tardì inizio a corteggiarla.

Il 24 febbraio 1981, il portavoce di Buckingham Palace fece la dichiarazione del fidanzamento ufficiale di Lady Diana Spencer ed il Principe di Galles e poco più tardi, Diana si trasferì a Clarence House, la residenza della Regina Madre.Il matrimonio della coppia, avvenne il 29 luglio 1981 nella Cattedrale di Saint Paul a Londra e fù celebrato dall’arcivescovo di Canterbury. L’evento ebbe un impatto sociale internazionale e più di sette milioni di telespettatori lo seguirono in tv. A Londra giunsero più di un milione di persone che non volevano perdere la cerimonia, oltre a tutti gli alti membri dell’aristocrazia europea e cento capi di stato.

Il 21 giugno 1982 Lady Diana ha dato alla luce il suo primogenito, il principe William, nel Saint Mary Hospital a Paddington. Nello stesso anno, la principessa fece il suo primo viaggio ufficiale senza il marito per partecipare al funerale di Grace Kelly, Principessa di Monaco.
Nel mese di aprile dell’anno successivo, Diana accompagnò Carlo in Australia e Nuova Zelanda in quello che fù il primo viaggio della coppia. Il secondo figlio di Lady D, Henry, nacque invece il 15 settembre 1984.Anche se Diana ha sempre cercato di condurre una vita familiare dedita alla cura ed educazione dei figli, gli innumerevoli impegni ufficiali la costringevano ad essere spesso in viaggio con il marito. Fino al 1985, la coppia non aveva mostrato alcun disaccordo in pubblico ma dal 1986, la stampa britannica iniziò a mettere in giro voci di una crisi coniugale.

Sebbene la famiglia reale abbia sempre cercato di dare un immagine di coppia unita e solida i viaggi, sempre più frequenti, di Diana da sola non fecero che confermare le voci sulla crisi e nel maggio 1992, dopo il ritorno da un viaggio in India ed Egitto, divennero pubbliche le prime voci di una possibile separazione.

Poco dopo venne pubblicato il libro di Andrew Morton sulla principessa Diana, che ribadiva la tesi del fallimento matrimoniale e confermava che Carlo aveva una relazione con la sua vecchia amica, Camilla Parker Bowles e sul caso Carlo/Diana iniziò una vera e propria speculazione mediatica.All’inizio di dicembre del 1992 i principi di Galles erano di fatto separati e la notizia di una relazione di lady D con l’attore britannico James Gilbey scatenò una vera e propria guerra di accuse tra chi difendeva la principessa e chi invece la casa reale britannica.
Il matrimonio si ruppe definitivamente nel marzo 1994 ed il 29 febbraio 1996 Diana accettò di divorziare da Carlo.

Negli anni successivi, Lady Diana inizio una intensa attività pubblica con varie associazioni umanitarie. apparendo in una moltitudine di eventi a favore delle fasce più emarginate della società.Nel frattempo, i tabloid hanno continuato a sfruttare qualsiasi aspetto del personaggio di Lady D speculando su notizie vere ed inventate.

A Diana furono attribuiti una serie di tradimenti, prima durante e dopo il matrimonio, alcuni veri altri inventati. Per i media gli amanti della principessa non si contavano.
Furono, tra gli altri fatti i nomi di Philip Dunne, Oliver Hoare e James Hewitt.

L’ultimo uomo a cui era legata Diana Spencer è stato il miliardario egiziano Dodi al Fayed, con il quale trovò la morte in un incidente stradale spettacolare, mentre la loro auto sfrecciava ad alta velocità all’interno del tunnel Alma a Parigi, nel tentativo di evitare i paparazzi che non le davano tregua.Lady D fu sepolta nella sua città natale.

Molte sono state le illazioni sull’incidente e la morte di lady Diana e moltissime le accuse ed i sospetti che non sia stata solamente una fatalità.
La morte di Diana Spencer, ha scatenato un fenomeno sociale che fu definito “dianamania” e la casa reale britannica, che in un primo momento voleva prendere le distanze dall’accaduto, successivamente organizzò in suo onore un funerale di stato nell’abbazia di Westminster, trasmesso in diretta televisiva e che vide la partecipazione di circa due milioni di persone.

La vita di Lady Diana Spencer, sia durante il matrimonio che dopo la separazione, è stato sottoposta a costante attenzione di milioni di fan oltre che di uno spietato gossip.

Lady D fu amata da moltissime persone che vedevano in lei la donna semplice che, suo malgrado, si trovò invischiata nelle “logiche di corte” e tradita da un marito che non la meritava.

Tutte le sue apparizioni in pubblico, hanno ricevuto sempre un trattamento particolare da parte dei media di tutto il mondo ed ogni cosa di lei, dall’acconciatura al modo di vestire è stato imitato fino alla nausea.

La popolarità di lady Diana ha di sicuro superato quella del marito, è sempre stata considerata una madre esemplare e dopo la sua morte ci furono molte proposte di canonizzazione che sono state infine respinte.

via | bloggeria


Se questo post ti è stato utile, lascia un commento e condividilo con i tuoi amici. Inoltre non dimenticarti di votarlo con il bottone +1 di Google che trovi qui sotto, Grazie!



Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+:

    
loading…