I Buoni Fruttiferi Postali, siamo proprio sicuri che conviene investire soldi in questo prodotto di Poste Italiane, come calcolare il rendimento di questi Buoni, sono competitivi rispetto altri investimenti?

Buoni-fruttiferi-postali



Tutti sappiamo che la prima regola di un investitore è quella di diversificare il suo portafoglio titoli. In una politica di investimenti, i Buoni Fruttiferi Postali sono la sicurezza al 100% , un luogo sicuro dove mettere i Nostri soldi, guadagnarci poco per non dire niente e riprenderli quando vogliamo senza ulteriori spese.

Sì, perchè se una persona non vuole tanti grattacapi, specialmente di questi tempi in cui la nuova norma del Bail In fa tremare i correntisti, optare per i Buoni Postali come ‘salvadanaio’ è una scelta sicuramente intelligente.

Salvadanaio

Però bisogna cercare di non fare confusione.

I Buoni Fruttiferi Postali emessi da Cassa Depositi e Prestiti sono sì sicuri al 100%, è vero che hanno una tassazione agevolata al 12,5%, ed è vero che posso riprendere il mio capitale quando voglio, è pure vero che al momento in cui vado a ritirare i miei soldi non mi viene addebitata nessuna spesa, ma bisogna sfatare un mito che si è costruito anni fa.

Con i Buoni Fruttiferi Postali non si guadagna.

Non diciamo che non si guadagna nulla perchè hanno dei rendimenti, ma gli interessi, in questo periodo in cui il costo del denaro è bassissimo, che sono molto, molto bassi.

tasche-vuote-mancati-guadagni

Se andate all’approfondimento in basso, vedrete che gli interessi elargiti dai vari tipi di Buono sono veramente bassi, si parte da uno 0,10% all’anno per arrivare al massimo ad un 2% scarso, quindi devo lasciare perdere? No.

In un periodo in cui le Borse Valori non danno per niente fiducia e in cui le quotazioni delle azioni delle principali aziende hanno una forchetta di oscillazione sempre più alta, i Buoni Postali sono una delle più vecchie forme di risparmio più sicure  in Italia, sono garantiti dallo Stato e si è sempre sicuri al 100% di riprendere il capitale che ci abbiamo speso.

[Fonte]


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+:

    
loading…