Che cosa vuol dire mangiare bene? Da un lato significa certamente che il cibo deve essere buono e di qualità ma, dall’altro, se teniamo alla salute, la risposta è nella scelta di un’alimentazione sana ed equilibrata.



Un componente essenziale nel menù quotidiano sono le verdure.

Se consumate cotte, le verdure non devono esserlo troppo, per non perdere tutti i valori nutritivi. Inoltre, vanno scelte freschissime e prima di consumarle devono essere accuratamente lavate e asciugate. Una regola, quest’ultima, che vale anche per le insalate e per tutti gli ortaggi consumati crudi.

Comunque le preferiate, la raccomandazione di nutrizionisti e dietologi, è quella di non farle mancare mai sulla tavola di ogni giorno, diversificandole per tipo ma anche per colore.

Tra le “rosse” il pomodoro, presente tutto l’anno, è una fonte inesauribile di proteine, vitamine, carboidrati, sali minerali, calcio, ferro, fosforo…e l’elenco sarebbe ancora più lungo.

Il “verde” asparago, più stagionale, è anch’esso ricco di vitamina A, C e B, oltre ad essere diuretico, sedativo e depurativo.

Il cavolfiore, protagonista delle verdure “bianche“, oltre a essere ricco di calcio e vitamine, aiuta a contrastare l’invecchiamento grazie al suo contenuto di antiossidanti e bertacarotene.

Se in famiglia arricciano il naso di fronte a un piatto di verdure, rendetele…sfiziose!


Se questo post ti è stato utile, lascia un commento e condividilo con i tuoi amici. Inoltre non dimenticarti di votarlo con il bottone +1 di Google che trovi qui sotto, Grazie!



Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+:

    
loading…