All’interno del nostro viaggio alla scoperta dei vitigni autoctoni italiani, oggi parliamo del Pecorino, vino bianco che negli ultimi tempi si è messo molto in evidenza, sia dal punto di vista della maturazione qualitativa che del successo di mercato.



Si tratta di una varietà che matura presto e preferisce i siti collinari freschi ed elevati. La ragione per cui questo vitigno condivide il nome con il noto formaggio omonimo rimane incerta, ma può riferirsi ai movimenti stagionali dei pastori e delle loro greggi, che tradizionalmente avvengono nelle regioni dove appunto si trova il vitigno Pecorino.

A metà dell’Ottocento le viti di Pecorino venivano coltivate nelle Marche, Abruzzo, Umbria, Lazio e Puglia.
Tuttavia, le basse rese di questa varietà indussero i produttori ad abbandonare il vitigno a favore di altri più prolifici. Oggi questo vino è soprattutto legato alle Marche, dove, grazie al successo ottenuto della vinificazione in purezza, questa varietà ha ottenuto la sua specifica DOC nel 2001 con il nome di Pecorino di Offida.

In Abruzzo, il Pecorino viene ancora incluso in alcuni spumanti prodotti nella zona DOC del Controguerra. Anche qui i produttori stanno cominciando a sperimentare il Pecorino varietale. In Puglia (dove, a volte, va sotto il nome di Uva Piccoletta o Uvina), in Umbria (dove è noto come uva delle pecore o uva pecorina) e nel Lazio (dove spesso viene identificato come Trebbiano Vicio), il Pecorino è usato come componente minore in bianchi secchi assemblati. I vini a base di Pecorino hanno un buon tasso di alcol e di acidità, pertanto posseggono il potenziale per invecchiare bene.

A livello organolettico, il Pecorino si presenta di colore paglierino, con riflessi dorati vivi. I profumi sono intensi, freschi e delicatamente fruttati e floreali, con possibilità di evoluzione per i prodotti che subiscono dell’invecchiamento nel legno o in bottiglia. In bocca il vino è fresco ma ben bilanciato, abbastanza morbido, con note di cannella, mela renetta e a volte liquirizia rossa.


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+:

    
loading…