Si avvicinano i giorni di Pasqua e di conseguenza si organizzano pranzi e cene con parenti e amici per la domenica, più la famosa immancabile grigliata del lunedì di Pasquetta. Qualche consiglio, pur sottolineando che ogni vino deve andare sempre abbinato ai piatti che si sono scelti per questi giorni di feste.

Noi proviamo a prevedere le portate più classiche con relativi abbinamenti:

Con gli antipasti leggeri e primaverili tipo torte salate, salumi non stagionati e pesce crudo: un vino bianco fresco e profumato, come uno spumante Alta Langa metodo classico  piemontese, un Pigato ligure, un Pinot Grigio altoatesino, una Coda di Volpe campana, un Vermentino sardo o un Grillo siciliano.

Con i primi piatti di pasta con ragù e condimenti: un vino rosso di media struttura come una Barbera d’Asti, un Vino Nobile di Montepulciano toscano, un Negramaro pugliese

Con gli arrosti e i formaggi: un vino rosso strutturato e di corpo, come un Barbaresco piemontese, un Amarone veneto, un Valtellina Superiore lombardo, un Carignano del Sulcis sardo.

Con la Colomba di Pasqua: un vino dolce (l’abbinamento è per concordanza!), quindi un Moscato d’Asti, una Malvasia pugliese o uno Spumante dolce come l’Asti.

Infine la grigliata di Pasquetta: notoriamente è quasi tutto “valido”, considerando che l’obiettivo principale di tutti è stare all’aperto in compagnia. Volendo optare per qualche vino adatto alla carne grigliata, oltre al classico ‘pintone’ da litro e mezzo di rosso o alle decine di bottiglie di birra che non possono mancare, proponiamo: un Valpollicella veneto, un Morellino di Scansano toscano, un Primitivo di Manduria pugliese, un Nero d’Avola siciliano.

E Buona Pasqua a Tutti!


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+:

    
loading…