La fiera del Vinitaly si è chiusa da pochi giorni con un bilancio positivo. Abbiamo già detto che ormai rappresenta l’evento legato al vino più importante in Italia. Ma a livello europeo qual è la situazione?

Le fiere più importanti sono il Vinexpo di Bordeaux, il Prowein di Dusseldorf e la Wine Fair di Londra, tutte differenti tra loro.



Il Vinexpo (che è biennale, quest’anno ci sarà e andrà dal 19 al 23 giugno prossimi) è principalmente la fiera del vino francese, ancora oggi il più famoso e celebrato nel mondo (più o meno giustamente), ma i cugini d’oltralpe hanno saputo sapientemente organizzare la fiera donandole un ampio respiro internazionale e quindi sono da sempre presenti anche vini italiani, spagnoli, tedeschi, ungheresi e del ‘nuovo mondo’ quali australiani, cileni, sudafricani; più una nutrita rappresentanza di altri paesi produttori che solo ora si affacciano al mondo del vino (tra gli altri Turchia, Moldavia, Georgia, Romania). Essendo la ‘fiera delle fiere’, sono sempre presenti migliaia di traders, provenienti anche dall’Asia.

Il Prowein (annuale, quest’anno si è svolto del 27 al 29 marzo) è anch’essa una fiera dal respiro internazionale: la Germania è paese produttore (ottimi i vini bianchi), ma è principalmente paese compratore di vino. Quindi l’impianto è costruito soprattutto da stand di importatori e rappresentanti che commercializzano i loro prodotti sul mercato tedesco; in più questo evento attrae addetti al settore che provengono da tutta l’Europa del nord, ottimo mercato per i vini italiani.

La London wine Fair (annuale, questa edizione si svolgerà dal 17 al 19 maggio prossimi) forse è la meno sentita a livello internazionale, ma è molto importante per lo strategico mercato inglese (e americano, collegato a quello inglese), notoriamente di grande tradizione e fondamentale per i vini italiani.


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+:

    
loading…