Si avvicina Natale e, di conseguenza, tutti noi cominciamo a pregustare una bella vacanza all’estero, per passare le festività natalizie ed il primo dell’anno all’insegna del divertimento e del relax. In compagnia, ovviamente, dei nostri amici. Ma come fare se questi amici si muovono su quattro zampe e hanno tutto tranne che il dono della parola?

cane-trasporto-vacanze



Trascorrere una vacanza, o anche un breve weekend all’estero, può diventare un problema enorme se la nostra intenzione è divertirci in compagnia del nostro inseparabile cane. D’altronde non sarebbe neanche giusto abbandonarlo dai parenti, o privarlo di un’occasione irripetibile per conoscere posti e gente nuova, e per scaricare la tensione accumulata durante le sue monotone giornate a casa. Fortunatamente esistono dei modi sicuri e legali per evitare che le dogane europee ci creino problemi nel caso decidessimo di viaggiare con il nostro fido animale da compagnia: vediamoli insieme.

Rivolgersi ad un’agenzia specializzata nel trasporto degli animali all’estero

Perché rischiare di avere problemi in aeroporto, o costringere il proprio cane a sorbirsi un viaggio di molte ore rinchiuso in una gabbia nella stiva di una nave? Esiste una soluzione che vi consentirà di evitare tutto questo, assicurando al vostro cane un viaggio sicuro e di grande qualità, proprio come se si trattasse del proprio amico del cuore. Come? Semplicemente rivolgendosi ad agenzie come Blisspets.eu, specializzate nel trasporto di animali all’estero. Affidare il proprio animale a queste agenzie sarà la via migliore per evitare stress e problemi, e per ritrovarselo scodinzolante al proprio fianco durante la vacanza dei vostri sogni, senza dunque rinunciare alla sua piacevole compagnia.

L’importanza dei documenti per viaggiare all’estero con il proprio cane

C’è un fattore da non sottovalutare assolutamente quando si viaggia all’estero con il proprio amico a quattro zampe: i documenti identificativi dell’animale. Gli animali, infatti, quando si parla di viaggiare verso paesi europei o extra-europei vengono trattati alla stregua degli esseri umani: devono essere, dunque, in regola con l’anagrafe, aver superato gli appositi controlli medici ed essere in possesso di un documento che ne certifichi la provenienza, lo stato di salute e la proprietà. Questo documento è rappresentato dal passaporto europeo, assolutamente necessario per permettere al vostro cane di superare i controlli e di affiancarvi durante la vostra vacanza.

Come ottenere il passaporto europeo per animali? Dovrete innanzitutto recarvi dal vostro veterinario di fiducia e far installare il famoso microchip sottocutaneo al vostro cane, così da renderlo un membro ufficiale dell’anagrafe canina: non preoccupatevi per l’animale, perché si tratta di un’operazione indolore. Il passo successivo sarà sottoporre il vostro cane alla vaccinazione anti-rabbica, e alle altre vaccinazioni consigliate nel caso doveste decidere di raggiungere paesi extra-europei: una volta fatto questo, vi verrà rilasciato un libretto sanitario che attesterà, al momento di richiedere il passaporto europeo per animali, la salute del vostro cucciolo. Nel caso la vostra vacanza sia stata programmata in un paese al di fuori dell’Europa, potrebbe sorgere la necessità di ottenere ulteriori documenti: il consiglio è di informarsi sempre presso gli enti specializzati.


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+:

    
loading…