Utlimamente stiamo sentendo molte volte questa parola: Green Hill. Perché? Green Hill 2001 é un’azienda situata a Montichiari (Brescia) che alleva cani beagle per i laboratori di vivisezione. Da questo allevamento più di 250 cani ogni mese finiscono negli stabulari, tra le mani dei vivisettori e sui tavoli operatori… Cani nati per morire e condannati a soffrire… e mi fermo qui perché se no non riesco nemmeno ad andare avanti a scrivere…

Questo lager deve chiudere! L’associazione Fermare Green Hill sta ottendo ottimi risultati cercando di contrastare questa immane attività… oltre alla raccolta firme, le iniziative dell’associazione, sono davvero degne di nota: stanno cercando di sensibilizzare tutte le aziende che collaborano con Green Hill al fine che cessino i rapporti. Hanno reso pubblica una lista in cui vengono citate tutte le società ed aziende che hanno rapporti con il lager in modo che chiunque faccia le dovute considerazioni su questi fornitori che collaborano con degli aguzzini…

Ecco la lista, in continuo aggiornamento, pubblicata da fermaregreenhill.net:

lista completa dei fornitori

I risultati cominciano ad arrivare e qualche società ha iniziato a sensibilizzarsi: La ditta di sicurezza privata “Nuova sicurezza del Cittadino – Gruppo CIVIS”, in seguito alle numerose mail di protesta che le sono pervenute, ha deciso di cessare i propri rapporti commeciali con l’allevamento Green Hill. Un’altra azienda, la EuroitaliaPet, da loro contattata dopo essere venuti a conoscenza che un prodotto tedesco da loro distribuito in Italia veniva utilizzato dentro Green Hill come integratore alimentare, ha voluto chiarire che non ne erano a conoscenza, che avevano solo dato dei campioni in prova ad un privato della zona e che non intendono affatto fornire l’allevamento.

Anche noi di ondeNews vogliamo aderire alla campagna per fermare questo scempio e abbiamo deciso di richiedere il vostro aiuto nell’iniziativa di sensibilizzazione dei fornitori dell’associazione Fermare Green Hill che consiste nell’invio di una lettera o una mail alla società di sicurezza privata che è ancora in carico con Green Hill, pertanto chiediamo a chiunque abbia un pò di coscienza di copiare la lettera tipo che trovate più sotto ed a inviarla a mezzo posta a:

CORPO VIGILI DELL’ORDINE 
Via V. Emanuele II 20
25030 Roncadelle (BS)

oppure via mail a:

roncadelle@corpovigilidellordine.it

| AIUTIAMOLI a “Fermare Green Hill” !!!



LETTERA TIPO DA INVIARE:

Spett.le CORPO VIGILI DELL’ORDINE,

Scrivo questa lettera riguardo l’allevamento di cani beagle Green Hill di Montichiari (BS), il più grande allevamento di “cani da laboratorio” in Italia, uno dei principali in Europa.

Scrivo in merito alla collaborazione attuale tra Voi e questo allevamento-lager.

Come sapete un numero altissimo di cani, ben 2500, sono rinchiusi nei capannoni chiusi di questa azienda, in cui non entrano né aria né luce naturale. Da questo allevamento centinaia di cani ogni mese finiscono nei laboratori di vivisezione, dove saranno costretti ad inalare o ingerire sostanze chimiche fino alla morte, ad essere sottoposti a chirurgia, operazioni al cervello, paura, dolore. Una fine orrenda in nome del profitto di questa azienda.

Vi ricordo che i cani rinchiusi dentro Green Hill aspirano prima di tutto ad un desiderio indiscutibile, la libertà e la possibilità di vivere senza finire in un luogo di tortura.

Con la Vostra collaborazione rendete possibile la prigionia e la sofferenza di migliaia di animali.
Pertanto vi invito a fare una scelta etica, cessando ogni forma di rapporto con l’azienda Green Hill e rendere pubblica questa scelta.

Cordiali saluti,
(inserite il vostro nome e cognome)


Per ulteriori novità rimani sintonizzato sui nostri canali TwitterFacebook oppure iscriviti ai nostri Feed.


Se questo articolo ti é stato utile, premi il pulsante mi piace della nostra pagina Facebook, grazie!


Lascia un commento e condividilo con i tuoi amici su Facebook o Twitter ed inoltre non dimenticarti di votarlo con il bottone +1 di Google che trovi qui sotto, Grazie!



Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+:

    
loading…