Eccoci arrivati all’ultimo appuntamento con la rubrica “I nostri amici a quattro zampe: consigli utili per una serena convivenza”.
Molti stentano a crederlo, ma i vantaggi che derivano dalla vita in comune con un animale domestico (allergie a parte) superano di gran lunga gli eventuali problemi.



Studi scientifici seri ed autorevoli hanno dimostrato i benefici effetti che la compagnia di un cane, o di un gatto, ha sulla salute: miglioramento psico-motorio dovuto all’esercizio fisico cui l’animale giocoforza ci costringe e un sorprendente effetto positivo che ci dimostra rendendoci meno soli e più felici.

Impariamo dunque ad amarli e a renderli parte integrante della nostra vita. Tutta la redazione di ondeNews si impegna seriamente a divulgare questo messaggio perchè nutre un profondo amore e un gran rispetto nei confronti degli animali, di tutti indistintamente.

Questioni di etichetta

Avete ospiti per cena  e avete paura che la dolce creatura decida di scatenare i suoi irrefrenabili istinti vocali e giocosi dando a suo modo il benvenuto a tutti i convitati? Il rimpianto per non aver insistito abbastanza, quando ce n’era il tempo, nell’educare il vostro amico alle buone maniere, precede di pochi secondi il panico più disarmante.

Se non avete vicini disposti a un ben retribuito servizio di dog-sitter o un giardino in relegare il simpatico animale, non disperate. Un modo per tenere in riga la bestiola consiste nel tenerla lontana dall’ingresso finchè gli ospiti non si saranno accomodati. Quindi, onde evitare strazianti guaiti e, magari, chiedendo complicità agli invitati, fate entrare “il piccolo fido” a conoscerli e poi riaccompagnatelo in un’altra stanza offrendogli un premio, o addirittura il pappone serale. Non permettetegli mai di mendicare a tavola, zittite i suoi eventuali lamenti con fermezza, ma per evitare che si senta escluso o diventi geloso, andate a rassicurarlo diverse volte, meglio se con qualcuno dei presenti.

Toeletta di stagione

L’arrivo dell’estate significa ben più che un aumento di polline nell’aria. Il vostro amico a quattro zampe si appresta infatti a mutare il mantello invernale in quello estivo, e questo, in poche parole, vuol dire pelo dappertutto.

La cosa più saggia e salutare che dovete fare è spazzolarlo, spazzolarlo e spazzolarlo ancora. Non tutte le spazzole sono adatte: le razze canine a pelo corto vanno trattate con una spazzola di saggina o con un guanto rivestito di minuscoli dentini di gomma e, per lucidarne il pelo, con una pezza di seta o di velluto; i cani a pelo lungo andrebbero invece accuditi con spazzole dure di metallo o nailon.

Perchè la spazzolatura sia efficace vedete di assestare colpi fermi in profondità, procedete secondo pelo e contropelo, e fate attenzione a non dare la scossa. Quindi potete raccogliere i peli residui con un pettine.

Sappiate infine che un buon bagno caldo prima della spazzolatura contribuisce a staccare più facilmente i peli.


Per ulteriori novità rimani sintonizzato su Facebook, Twitter o Google+:

    
loading…